Salve a tutti, amici!

Non è la prima volta che si sente parlare di calcoli vescicali, tanto per l’uomo che per i nostri pets.

Nel secondo caso i calcoli si dividono in varie categorie, ma quelli maggiormente riscontrati sono due: i calcoli di ossalato di calcio (30%) e i calcoli di struvite (60%). 

Oggi affronteremo l’argomento struvite, la più diffusa sia nei cani che nei gatti; in linea di massima non è una patologia grave, si risolve in maniera veloce e costante, l’importante è che non venga trascurata per evitare di incorrere in patologie più serie.

Cosa sono i calcoli di struvite e come possiamo prevenirli? Tutto ciò che c’è da sapere su questa patologia

La struvite è un minerale composto da fosfato di ammonio e magnesio ed è la maggiore causa di calcoli nel cane e nel gatto. Grazie alla sua alcalinità, si forma quando nella zona vescicale gli ioni di magnesio, ammonio e fosfato sono saturi e cominciano ad aggregarsi, creando dei veri e propri cristalli facilmente distinguibili al microscopio dopo un’attenta analisi delle urine con urinocoltura.

Generalmente le LUTD (Lower Urinary Tract Disease), ovvero le malattie delle basse vie urinarie, colpiscono maggiormente i gatti e i cani di piccola taglia, ancor di più le femmine sterilizzate a causa dei loro genitali che sono più esposti alla contaminazione batterica.Tuttavia, queste sono casistiche più frequenti. Ogni pet può essere a rischio calcoli vescicali o uretrali se non segue delle accorte precauzioni, anche il più sano di tutti!

I cani a rischio struvite

Come detto poc’anzi, ci sono delle categorie di cani e gatti, o razze di cani e gatti, che sono ottimi candidati per i calcoli di struvite, così come per le infezioni e le cistiti. Le maggiori casistiche includono l’obesità

Leggi anche l’articolo su come capire se un cane o un gatto è grasso 

Infatti il sovrappeso è un forte fattore di rischio, sia per le LUTD ma anche per altri tipi di patologie.

Correlato a questo c’è il discorso dell’alimentazione; ok, è vero che gli alimenti di qualità per i nostri animali da compagnia ultimamente sono diventati molto costosi e che avete preferito acquistare una sottomarca per risparmiare. Ma sappiate che se quei cibi sono così onerosi è perché sono particolarmente studiati, bilanciati e completi per lo sviluppo e la salute del cane, così che non dobbiate mai preoccuparvi di nulla se non di riempire l’apposito misurino in dotazione con il sacco di croccantini, della quantità necessaria al peso del vostro cane che trovate proprio dietro alla confezione. Che fatica, vero?

Un alimento “non di marca”  se costa poco un motivo c’è: e lo scoprirete a lungo andare quando farete visita più spesso al vostro veterinario

Calcoli di Struvite

Un ulteriore fattore da tenere in forte considerazione è se il cane beve poca acqua. Bere poco significa avere urine molto concentrate, sia per colore che per acidità (Ph); questo favorisce la formazione di renella, minerali e, nei casi più gravi, calcolosi.

E’ difficile accorgersi inizialmente di questi disagi, soprattutto nel cane che tende a nasconderlo molto bene mentre nel gatto, quando viene cambiata la lettiera, si nota subito il problema per la mancanza di urine o di ematuria

Sintomi che accomunano il dolore nella minzione possono essere i tentativi di urinare o al contrario, non riuscire a trattenere la pipì fino ad arrivare addirittura a non urinare affatto.

Se il cane o il gatto non urinano per più di 8/12 h, contattate il vostro veterinario. Le urine non possono essere trattenute per troppo tempo, perché possono alzare il livello di acidità nel sangue ed essere causa di problemi, oltre che urinari, anche renali di diversa gravità.

Prevenzione della struvite

La migliore prevenzione parte sicuramente con la giusta alimentazione. Come detto in precedenza, perché i calcoli di struvite si formino, è necessario che nell’alimento giornalmente somministrato all’animale siano presenti in maggiore quantità magnesio, azoto e fosforo che per aggregarsi in cristalli devono permanere all’interno dell’apparato urinario per molto tempo. Per evitare che ciò accada, acquistate un alimento bilanciato e, cosa fondamentale, spingete il cane o il gatto a bere molto. In questo modo la vescica si riempirà più velocemente e il vostro animale farà più spesso pipì; i cristalli non avranno modo di aggregarsi e il pericolo che vengano a formarsi calcoli è pressoché sventato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.