Può davvero una dieta priva di carne giovare al nostro cane? In cosa consiste?

Salve a tutti, amici!

Oggi affronteremo un argomento che desta parecchi scetticismi tra i proprietari e, molto spesso, tra i veterinari: la dieta vegetariana per cani

Sono molteplici le persone che per svariati motivi personali, etici o ecologici hanno deciso di abbandonare il consumo di carne per prediligere una dieta a base di verdure, fibre e minerali; tuttavia, di queste persone, molte hanno un cane e si sono chiesti più volte se fosse stato possibile far passare anche il proprio 4 zampe a questa alimentazione. Ma il cane, come sappiamo è un carnivoro…o forse no?

Il cane è onnivoro o carnivoro?

Lo scetticismo del vegetarianismo nei cani nasce dal fatto che lo stesso discende direttamente dal lupo, ma i due, per quanto simili, sono molto diversi sia dal punto di vista comportamentale che alimentare: i lupi non sono mai stati addomesticati, vivono in libertà ma comunque non sono mai stati del tutto carnivori. Lo svantaggio della libertà è proprio la sopravvivenza della specie, che si nutriva con ciò che trovava e questo voleva dire anche di ingredienti di origine vegetale commestibili; non sto certo dicendo che il lupo pascolava l’erba se ne trovava, ma poteva nutrirsi di frutta caduta a terra o di ortaggi (sicuramente non ne era felice ma meglio di niente, no?) e in più considerate che quando il lupo cacciava una preda erbivora assimilava anche il contenuto che questa aveva mangiato poco prima di morire. 

Detto ciò, mentre il lupo mangiava ciò che riusciva a reperire, il cane da secoli è sempre stato a fianco dell’uomo e si nutriva principalmente dei suoi avanzi, la maggior parte delle volte sprovvisti di carne, dato che era considerato un bene pregiato e non sempre reperibile. Quindi fondamentalmente anche il cane si è adattato a mangiare ciò che gli veniva proposto, con la differenza che esso è sempre stato allevato in cattività e non ha mai dovuto lottare per la sua sopravvivenza.

Con il passare del tempo, la carne è iniziata ad aumentare all’interno della ciotola del cane, almeno nei paesi industrializzati: infatti in alcune parti del mondo, i cani mangiano tuttora gli avanzi dei padroni. Nonostante i nostri amici a 4 zampe non siano stati proprio felici di ripulire i nostri piatti, il loro apparato digerente si è abituato ad assimilare una buona quantità di alimenti che noi mangiamo, adattandosi alle nostre abitudini alimentari (in quantità notevolmente minore, ovvio). Studi recenti hanno anche dimostrato che i cani riescono a digerire gli amidi molto meglio dei lupi e quindi sono in grado di assimilare i carboidrati oltre alla carne; questo ha fatto nascere varie opinioni riguardanti il fatto che il cane sia un “carni-onnivoro”, ossia un animale onnivoro che predilige la carne.

Vegetariano è meglio?

Il fatto di voler sottoporre totalmente il cane ad un’alimentazione di origine vegetale è sconsigliato: vero che i nostri amici si sono adattati con il tempo a una digestione sempre più variegata, ma rimangono comunque cani e non possono digerire tutti i nostri alimenti. Sappiate che anche per noi non è sano privarsi delle proteine della carne, poiché contengono molto ferro e sono utili a combattere l’anemia (specialmente per le donne), senza contare che la proteina è fondamentale per moltissimi altri fattori; ma queste sono scelte personali su cui non voglio interferire. 

Tuttavia, se volete che il vostro cane si abitui gradualmente a consumare mangimi vegetariani provate con degli snack di origine vegetale e non troppo grassi: se li gradisce potete iniziare ad inserire (gradualmente) nella normale dieta dei mangimi dedicati: alcune industrie di pet food si sono adattate a questa esigenza proponendo delle ottime alternative di qualità certificata; altrimenti potete pensare di alternare la dieta di carne con quella vegetale, avendo cura di constatare se il cane tollera bene questo cambio alimentare.

Alcuni tipi di verdure fanno molto bene al cane e sono dei veri toccasana, date un’occhiata qui per saperne di più!

Ovviamente vi ricordo che qualsiasi tipo di dieta casalinga, vegetariana, vegana, ecc, non va mai seguita con il criterio del fai-da-te! Ci sono degli specialisti del settore che sapranno darvi i giusti accorgimenti e potranno consigliarvi se la dieta che avete scelto di intraprendere sia adatta o meno al cane (specialmente se è un cucciolo), oltre al fatto che sapranno bilanciare i giusti ingredienti per non causare gravi carenze alimentari che si ripercuotono principalmente sul sistema immunitario, sull’apparato muscolare e scheletrico. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.