Cari amici, oggi parliamo dell’utilità del gioco nei confronti di un gatto, cucciolo o adulto che sia. Scrivo questo articolo perché purtroppo molte persone (proprietari di gatti compresi) hanno l’errata convinzione che giocare con il gatto non sia così importante come lo è per il cane, per il semplice fatto che un felino è capace di “autoeducarsi”. Mi spiace, amici, ma non è così. Come preciso meglio in questo articolo, un gatto necessita di educazione proprio come un cane, in quanto se è un cucciolo non è abituato ad approcciare con un essere umano ed è necessario che anche lui apprenda le regole che ci sono in casa vostra come un normale componente della famiglia. 

L’importanza di giocare con un gatto

È quindi necessario dedicare un po’ del proprio tempo ogni giorno al gioco con il micio, poiché nel regno animale il gioco si ritiene uno strumento educativo molto valido per apprendere le prime nozioni di relazione con i propri simili; ed è per questo motivo che mamma gatta o mamma cagna lasciano molto spazio ai loro cuccioli per questa attività molto importante per la loro crescita cognitiva. 

Quando volete giocare con il gatto, è necessario imporre delle regole, per non incorrere in cattive abitudini e allo stesso modo, bisogna stimolare la sua curiosità con dei giochi cognitivi (specialmente quando non siamo in casa). Il gatto ha bisogno di costanti stimoli ed essendo abituato a cacciare, è importante per lui impegnare molto il suo tempo. Giocare con il gatto è un’attività che gratifica sia l’animale che il proprietario, in più evita che il micio possa stressarsi o assumere comportamenti derivanti dall’eccessiva noia. 

giocare con il gatto

Come giocare con il gatto? 

Tra i classici giochini che trovate online o nei negozi per animali, c’è una vasta scelta. Potete combinare al meglio i giochi di tipo cognitivo con la simulazione di caccia. In ogni caso, quando trascorrete del tempo a giocare con il gatto, tenete a mente i seguenti consigli:

  1. Tenete sempre occupato il gatto se non siete spesso in casa: la maggior parte di loro non ha la possibilità di uscire di casa e il gatto è un animale che risente molto facilmente dello stress. Per questo è importante, se trascorrete molto tempo fuori casa per lavoro, “cospargete” la casa di elementi, giochi e attività interattive per il vostro 4 zampe. Oltre a tenerlo impegnato, svilupperà la sua intelligenza e  ridurrà enormemente il rischio che sviluppi malattie da stress.
  1. La caccia: non potendo fisicamente andare a caccia di prede vere, sarebbe l’ideale riprodurre questa attività istintiva in casa vostra; è il gioco preferito per un gattino ed un’attività molto amata dai gatti adulti. Oltre ad essere un istinto innato, questo gioco riduce notevolmente la noia e mantiene il peso forma. Potete riprodurre una preda con un semplice topolino di peluche legato ad un bastoncino che guidate voi, oppure affidarvi a giochi automatici come la pallina retrattile.
  1. Gioco-preda: per far si che questo gioco riesca, non dovete far andare la finta preda verso il gatto, altrimenti lo percepirà come un atteggiamento forzato e il vostro amico smetterà di giocare. Dovrete comportarvi come farebbe una normale preda in natura: scappare!
  1. Non si gioca con le mani!: se avete a che fare con un gattino, l’azione più sbagliata da fare è quella di giocare con lui con le vostre mani. Le mani non sono prede e se in futuro vogliamo evitare che il micio morda o graffi, meglio utilizzare prede giocattolo!
  1. Le bacchette: uno dei giochini più classici e divertenti per un gatto è proprio l’utilizzo della bacchetta con su attaccato un filo o un topolino giocattolo. Il modo realistico in cui la preda si muove, creerà un effetto molto stimolante per il vostro gatto!
  1. Trovare il bocconcino: questo gioco può essere davvero un’ottima soluzione per tenere occupata l’attenzione del micio mentre voi non siete in casa. Basterà acquistare dei giocattoli appositi per contenere dei bocconcini sfiziosi ma potete anche lavorare di fantasia costruendo da voi dei giocattoli con recipienti usati. Questo gioco è utile anche se in casa avete un cane: stimolerà l’olfatto e la logica dell’animale. 
  1. Arrampicarsi: si sa, un gatto è un predatore ed un arrampicatore formidabile! Stando in casa è molto più complicato per lui perseguire questo istinto naturale. Per fortuna ci sono dei giochi che vengono in vostro aiuto: infatti è possibile allestire in casa degli alberi per gatti con delle corde che si diramano in più parti, così da creare un vero e proprio “percorso” di agilità dove il gatto potrà, prima di tutto mantenersi in forma ma soprattutto si eviteranno comportamenti derivanti dalla noia. Questi alberi sono anche corredati di tiragraffi, così terrete al sicuro tende e divani dalla manicure del vostro peloso!
  1. Attenzione al tempo: avrete notato che quando giocate con il gatto, dopo un po’ se ne va. Non è perchè è stanco, bensì come abbiamo visto, per il gatto il gioco è sempre concepito come la caccia: certamente non dura 30 minuti. Per cui cercate di rispettare delle brevi tempistiche quando giocate con il micio, avendo cura di osservare i momenti in cui è propenso a fare determinate attività.
  1. Cambiare: il gatto è un animale che si annoia facilmente, quindi è bene alternare i vari giochi in modo che per lui possano sempre essere nuovi. Magari giocate con lui con la bacchetta, poi riponetela in un cassetto e fatela riapparire dopo qualche giorno. Mantenere alte l’attenzione e la curiosità è un principio fondamentale per il benessere del gatto! 
  2. Attenzione al carattere: ovviamente non tutti i gatti sono uguali e ognuno di loro reagirà in maniera diversa agli stimoli che voi proporrete. In base a questa considerazione, valutate voi qual è il gioco migliore per il vostro micio.

Da leggere: giochi fatti in casa per gatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *