Almeno ognuno di voi avrà notato che qualche volta il cane si siede, solleva le zampe posteriori e comincia a strusciare il sedere in modo buffo; e ognuno di voi si sarà fatto questa domanda  almeno una volta: perchè il cane si gratta il sedere?

Ingenuamente si può pensare ad un  prurito (può anche darsi) ma in tal caso resterebbe un comportamento isolato, per motivi come ad esempio: 

  • Prurito locale;
  • Sporco residuo dopo l’evacuazione.

Può capitare di vedere molto spesso questo atteggiamento anche dentro casa e non è molto igienico. Però se il cane non riesce proprio a trattenersi da questa pratica è necessario indagare più a fondo.

Quali sono le cause per le quali il cane si gratta il sedere?

Se questo comportamento non rimane un evento isolato, è necessario recarsi dal veterinario per poter eseguire analisi più approfondite del caso. 

Le maggiori cause che possono portare il cane a grattarsi, possono essere associate a:

  • Malattie delle ghiandole anali;
  • Vermi;
  • Parassiti;
  • Allergie alimentari;
  • Dieta povera di fibre.

Ognuna delle seguenti cause porta il cane a manifestare varie quanto comuni sintomatologie, alcune delle quali possono far preoccupare il proprietario. Tra queste, oltre al frequente bisogno del cane di grattarsi la zona anale, può esserci:

  •  Il continuo leccamento della parte interessata;
  •  Cattivo odore;
  •  Rossori e gonfiori;
  •  Perdite di materiale fecale.  

Ghiandole perianali infiammate

Questa è una condizione molto comune che porta il cane a grattarsi il sedere. Ciò è dovuto al non completo svuotamento delle ghiandole perianali, che si trovano in prossimità del condotto anale. Questi piccoli organi secernono gli ormoni della felicità o della paura (ecco perchè quando il cane è felice puzza) e i cani le “schiacciano” quando sono spaventati o sono molto felici di vederci; queste ghiandole, però, si svuotano maggiormente nel momento in cui il cane evacua.

Se i dotti non sono stati svuotati completamente, (perché troppo stretti o il secreto è troppo denso) ecco che il cane assumerà la classica posizione della “carriola” per forzare la fuoriuscita del secreto. In questi casi, portatelo dal veterinario per lo svuotamento manuale

Vermi e parassiti

Un’altra causa comune per cui il cane gratta il sedere è da attribuire alle pulci e ai vermi intestinali (in particolar modo alle Tenie). 

Per quanto riguarda le pulci, sono parassiti che adorano annidarsi nella zona della coda, in modo da stare ben lontane dalla bocca e i loro morsi causano prurito nel cane, soprattutto se quest’ultimo è particolarmente sensibile al parassita. In questo caso è sufficiente applicare l’antiparassitario corretto. 

Se si tratta di Tenie, il discorso è comunque correlato alla presenza di pulci: l’uovo del verme vive dentro la pulce che, se ingerita accidentalmente dal cane nel tentativo di grattarsi,  la Tenia può riprodursi all’interno dell’organismo canino. Se notate dei “chicchi di riso” nelle feci o intorno all’ano del cane, avete trovato la causa del suo malessere. Procedete con la sverminazione apposita.

Allergie alimentari

Può accadere che nei cani particolarmente sensibili, si possano sviluppare delle allergie ad un alimento specifico o ad una proteina (proprio come accade a noi). In questi casi spetta al veterinario fare delle analisi apposite per capire qual è l’alimento che genera malessere (e nelle ipotesi più problematiche anche dermatiti) all’animale. Dopodichè si procederà con un cambio dieta o alla valutazione del passaggio da una dieta commerciale ad una casalinga.

Rimedi casalinghi e piccoli consigli

Come possiamo aiutare il nostro 4 zampe? Ebbene, ogni causa ha un rimedio e nel nostro caso, possiamo fare affidamento sugli integratori alimentari specifici per cani e all’aiuto di erbe dalle proprietà curative che possiamo aggiungere al normale pasto del nostro amico.

Per quanto riguarda gli integratori, molti medici consigliano l’uso di probiotici: è necessario aggiungerli  nel caso in cui fate uso di diete commerciali, le quali in linea generale sono povere di questo enzima che aiuta molto il ripristino della flora batterica intestinale, riduce l’alitosi e previene problematiche gastrointestinali. Fatevi consigliare dal vostro veterinario di fiducia sull’acquisto del prodotto più adatto per il vostro cane, in quanto non tutti i probiotici sono uguali o hanno lo stesso effetto sull’organismo. 

cane-gratta
Foglia di papaya

Se invece utilizzate la dieta casalinga, potete aggiungere al pasto delle erbe antivirali come il mallo di noce nera o ancora meglio, la foglia di papaya: gli enzimi contenuti in essa contribuiscono a dare sostegno alle piastrine e aiutano ad eliminare i virus.

E a voi è mai capitato di vedere il vostro cane grattarsi spesso il sedere? Come vi siete comportati? Fatemelo sapere nei commenti! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *